Tutti gli imprenditori con un’attività vogliono capire se hanno bisogno di un sito web o meno. E presentarsi su Google con un portale di proprietà.

Molti credono che la presenza di un sito internet sia obbligatoria, in realtà bisogna entrare nella prospettiva di considerarlo come strumento per raggiungere un fine. Proprio come avviene con la newsletter o il social media marketing.

Quindi in alcuni casi il sito web è indispensabile, imprescindibile. In altri, invece, non è obbligatorio. Anzi, in alcuni casi è consigliabile sviluppare altre strategie di marketing. E magari lasciare il portale su un piano secondario, non obbligatorio.

Vuoi approfondire questa riflessione? Come capire se ho bisogno di un sito web? Ecco qualche riflessione da approfondire insieme per la tua presenza online.

C’è già tanta concorrenza online?

Questo può essere un primo banco di prova per capire se c’è bisogno o meno di creare un sito web: nel settore in cui operi i competitor hanno un sito web già avviato? Non è importante fare questo controllo per seguire la moda e adeguarsi.

Ma, obiettivamente, può essere importante mantenere il polso della situazione su un tema fondamentale: l’investimento pubblicitario relativo a Google Ads.

Basta fare una ricerca su Google digitando le parole che caratterizzano il tuo campo operativo: se noti la presenza di advertising con inserzioni che portano verso pagine specifiche di un sito web vuol dire che il mercato c’è e può essere sfruttato con un buon lavoro congiunto di landing page e promozione su internet.

Da leggere: come scoprire la velocità di un sito web

Vuoi aumentare le vendite online

Nella tua idea di business online vuoi portare prodotti (o magari infoprodotti, beni digitali) nelle case e nelle tasche di tutti i potenziali clienti. Questo significa aprire un ecommerce, creare un sito web pensato per posizionarsi su Google e consentire un processo proprietario per vendere online in modo indipendente.

Certo, puoi puntare anche su marketplace come Amazon o Etsy. Oppure hai la possibilità di operare in autonomia e senza tanto impegno con un servizio come Shopify. Ma conviene veramente? Se cerchi la vendita online indipendente hai bisogno di un sito web proprietario, pensato per massimizzare i profitti.

Devi mantenere il controllo del nome

C’è un problema reale: su Google – e su internet ingenerale – il tuo nome rischia di essere messo in ombra da competitor che in modo più o meno scorretto occupano posizioni nella pagina dei risultati. Questo è il momento giusto per aprire un sito web. Magari per attivare un blog aziendale, unica soluzione per ottenere dei vantaggi concreti con le ricerche informative. Ovvero?

keyword

Quale keyword seguire e come ottenere i risultati – Fonte Alexa

Il sito è fondamentale per fare in modo che alle ricerche su Google con il tuo nome brand risponda un portale ufficiale ma se c’è bisogno di posizionarsi anche per ricerche differenti, basate sulle necessità concrete, c’è un solo strumento.

Vale a dire il blog, una sorta di magazine dove pubblicare con costanza nuovi contenuti seguendo un calendario editoriale studiato a monte.

Hai bisogno di migliorare la credibilità

Forse non è indispensabile per aumentare le vendite ma c’è da aggiungere un punto decisivo alla lista dei motivi per aprire un sito web: una presenza online stabile, fissa e proprietaria ti consente di aumentare la credibilità.

Ma anche l’autorevolezza del tuo brand. Le persone cercano il tuo brand online e cosa trovano? Solo profili social, magari una scheda di Google My Business e un’altra di Tripadvisor se operi nel settore turismo. Basta questo per confermare la bontà del tuo lavoro ai clienti? Non sempre è così, ecco perché devi adeguarti.

Trova spazio per le recensioni

La credibilità può essere tutelata anche usando il sito web per ospitare delle recensioni, delle testimonianze reali e documentate di persone che hanno già usato il tuo prodotto o servizio. Forse non lo sai ma le persone hanno una grande opinione delle recensioni online. Ecco cosa suggerisce brightlocal.com:

“93% of consumers used the internet to find a local business in the last year, with 34% searching every day. 87% of consumers read online reviews for local businesses in 2020 – up from 81% in 2019”.

Quindi devi investire in procedure, tecniche e soluzioni per mantenere il controllo delle recensioni. Le piattaforme non proprietarie, come i social network, possono aiutarti. Ma può essere una buona idea avere uno spazio anche su un sito web.

Sito web, meglio crearlo o no?

Il punto è questo: avere un sito internet non è un problema, anzi. Rappresenta sempre u valore aggiunto per i potenziali clienti e per un’azienda. Anche se non è fondamentale per la conversione, resta sempre un punto di riferimento online.

capire se ho bisogno di un sito web

Come capire se ho bisogno di un sito web?

La riflessione per capire se ho bisogno di un sito web oppure no riguarda la possibilità di investire le risorse nel miglior modo possibile. Facciamo un esempio concreto: sei un’attività locale e pensi di poter avere risultati migliori con:

  • Instagram.
  • Tripadvisor.
  • Facebook.

Valutando altre attività di web marketing il sito web in alcuni casi appare superfluo. Ma non sempre la presenza di un portale è inutile, in questi casi magari è fondamentale non solo realizzare un sito web ma soprattutto una strategia adeguata. Attenzione a scartare a priori la presenza di un sito web.

La concorrenza potrebbe approfittarne e raccogliere i frutti lasciati sull’albero. E tu non vuoi questo, giusto? Come evitare una situazione del genere?

Da leggere: quali sono le caratteristiche di un sito web

Chiedi una consulenza gratuita

Aprire un sito web, per molte aziende locali e di piccole dimensioni, può essere un passo eccessivo. O forse è solo un processo da gestire con cura, magari creando un sito web monopagina adatto solo a creare una presenza online.

Per avere una buona valutazione dei passi da compiere c’è solo una strada da seguire: affidarsi a una web agency in grado di guidare l’imprenditore verso una soluzione adeguata. E studiata su misura per le singole esigenze.